FAQ INGREDIENTI

C’e del profumo ?

In effetti, utilizziamo un profumo nei prodotti della gamma ZAO. 
Ovviamente lo abbiamo scelto naturale, discreto e ipoallergenico. Cerchiamo di limitare al massimo i rischi di reazione allergica legata al profumo. 
La quantità di profumo utilizzata è molto bassa ma sufficiente a rendere l’applicazione piacevole. Nel caso contrario, alcuni ingredienti della formula, per esempio alcuni oli, potrebbero dare al prodotto un odore un po’ sgradevole. 

Qual e la polvere di bambu ?

Troviamo la polvere di bambù nella lista ingredienti sotto il nome INCI: Bambusa arundinacea stem powder. Si tratta di una sostanza bianca estratta dalle giunture del bambù, principalmente composta da silice organica; è stata molto utilizzata nella medicina orientale. La silice organica, che è un costituente del tessuto connettivo, è presente in tutto il corpo umano e rigenera l’epidermide partecipando alla sintesi del collagene e dell’elastina. Con il passare del tempo, il nostro capitale in silice si riduce causando la perdita di elasticità e la demineralizzazione della pelle. E’ quindi necessario rifornire regolarmente l’epidermide. Ed è per questa ragione che la silice organica è presente nella maggiore parte dei prodotti della gamma ZAO.

Qual e l’idrolato di bambu?

L’idrolato bio di foglie di bambù si trova nella lista ingredienti sotto il nome INCI: Phyllostachys Nigra Extract*. Si tratta di un prodotto proveniente dalla distillazione di foglie di bambù, è principalmente composto di silice organica; è stata molto utilizzata nella medicina orientale. La silice organica, che è un costituente del tessuto connettivo, è presente in tutto il corpo umano e rigenera l’epidermide partecipando alla sintesi del collagène e dell’elastina. Con il passare del tempo, il nostro capitale in silice si riduce causando la perdita di elasticità e la demineralizzazione della pelle. E’ quindi necessario rifornire regolarmente l’epidermide. Ed è per questa ragione che la silice organica è presente nella maggiore parte dei prodotti della gamma ZAO.

Qual e il macerato bio di bambu ?

Il macerato bio di bambù si trova nella lista ingredienti sotto il nome INCI : Phyllostachis Bambusoides Rhizome Extract*. Così come la polvere di bambù o l’Idrolato di foglie di bambù, questa materia è molto ricca di silice organica il cui apporto esterno è necessario per mantenere l’elasticità dei nostri tessuti e della nostra pelle. Nel caso del macerato, il vantaggio paragonato alla polvere o all’idrolato è la capacità di penetrare maggiormente la parte superficiale dell’epidermide. 

C’e del Cromo?

Il Cromo non è un ingrediente aggiunto nei nostri prodotti. Però rappresenta un componente del pigmento chiamato “chromium oxide greens” il cui nome INCI è CI 77288. Questo pigmento verde permette di ottenere delle sfumature di ombretti che sarebbero difficili da ottenere diversamente. La palette di pigmenti naturali disponibili per i prodotti cosmetici certificati biologici rimane, a oggi, di fatto, molto ristretta.
Ma ci sentiamo comunque partecipi e attenti all’innocuità di questo pigmento. Abbiamo quindi deciso di riformulare gli ombretti che lo contengono. Vi proporremo nuovi colori prossimamente.

C’e dell’Argan nei prodotti ?

A oggi, non utilizziamo Argan nei nostri prodotti. Abbiamo però scelto altri ingredienti altrettanto benefici per la pelle. Per esempio, potrete trovare nei nostri prodotti degli ingredienti ricchi in acidi grassi essenziali (burro di karité bio, burro di cacao bio, olio di cocco bio, olio di mandorla dolce bio, olio di noce di macadamia bio…)

C’e dell’olio di palma?

Il problema principale dell’olio di palma è la sua coltivazione in Indonesia, la quale porta alla distruzione massiccia della foresta primaria a beneficio delle piantagioni di palma. In cosmetica esistono moltissimi ingredienti complessi che utilizzano dei derivati di palma e di olio di palma. Per l’olio di palma utilizzato come tale, in aggiunta al nome INCI « Palm oil» molto facile da riconoscere, c’è anche "Eleasis Guineensis (palm) oil." Tra questi ingredienti, esiste, anche se controverso, un certificato d’origine RSPO che garantisce ingredienti derivati d’olio di palma senza la distruzione della foresta primaria (http://www.rspo.org/about). Dopo diversi studi ecco messi in evidenza gli ingredienti che possono essere interessati dall’olio di palma (cf.documento PalmOilNames) e che entrano nelle nostre formulazioni:
1- Cetearyl alcool: anche se può provenire da un derivato dell’olio di palma, il nostro è derivato dall’olio di cocco.
2- Eleasis Guineensis (palma) d'olio: Nelle nostre formule è utilizzato soltanto Eleasis Guineensis (palm) butter certificato bio da Ecocert. L'agricoltura biologica proibisce la distruzione della foresta primaria.
3- Glicerina: la ns. glicerina è certificata biologica da Ecocert. L'agricoltura biologica proibisce la distruzione della foresta primaria. 
4- Stearato di glicerolo: anche se può provenire dall’olio di palma, il nostro è derivato dall’olio di cocco.
5- L'acido isostearico: anche se può provenire dall’olio di palma, il nostro è derivato dall’olio di colza.
6- Palm oil : è stato utilizzato soltanto nelle ns. precedenti matite prodotte in Francia dalla società Alkos. Oggi le ns. nuove matite, prodotte da Schwan, non ne contengono. 
7- Sodium Stéaroyllactylate: E’ l’unico ingrediente sul quale non siamo ancora pienamente informati. Questo ingrediente è presente in 2 prodotti: il mascara 085 e il nuovo primer 260. Se non otteremo ulteriori informazioni dal produttore lo elimineremo dalle formule.
8- Stearato di zinco: Questo ingrediente proviene in effetti dall’olio di palma ma abbiamo il certificato RSPO dal produttore. 

 PalmOilNames

La polvere d’argento e pericolosa visto che si tratta di metallo?

Tutti i prodotti della gamma ZAO, all’eccezione delle matite, contengono, in effetti, argento micronizzato.
Nelle ns. formule, l’argento ha il ruolo fondamentale di conservante dei nostri prodotti e di antisettico per la pelle. A più di 10.000 € il chilo, se abbiamo scelto l’argento, è proprio per le sue caratteristiche intrinseche antibatteriche. Se poche società (nessuna nel makeup) utilizzano l’argento, è soltanto per il suo costo.
Inoltre l’argento è utilizzato per i cerotti, il trattamento delle bruciature, la conservazione delle protesi prima del trapianto nel corpo umano... è considerato da più di 2000 anni come un purificatore dell’acqua e un disinfettante.
È la ragione per la quale nel medioevo, i nobili e i benestanti utilizzavano per bere e mangiare dei bicchieri e delle posate in argento. E’ un eccellente ammazza batteri per asfissia.
In generale, quello che crea dei problemi con i metalli è la dimensione delle particelle: le nanoparticelle (10-9 metri = 0,000000001 o 1 milionesimo di mm) pongono numerose domande. L’argento che utilizziamo è del microsilver (nome commerciale) e la granulometria è compresa tra 1 e 10 micron. Questa dimensiona di particelle è da 1.000 a 10.000 volte più grande della dimensione delle nano particelle.
L’argento non presenta quindi nessun rischio di tossicità per il nostro organismo a partire dal momento in cui evitiamo le nanoparticelle.

La polvere d’argento conserva meno bene dei conservanti chimici ?

La polvere d’argento utilizzata per conservare i prodotti della gamma ZAO è altrettanto efficace dei conservanti utilizzati nei prodotti non biologici.
Bisogna sapere che ogni prodotto cosmetico, biologico o non, messo sul mercato in Europa, deve avere superato un test che verifica l’efficacia dei conservanti. Questo test, chiamato “challenge test”, consiste nell’introdurre dei batteri nei campioni di prodotto e verificare che non ci si riproducano. I prodotti della gamma ZAO hanno tutti superato questo test di efficacia.
Inoltre la polvere d’argento è così efficace che ci permette di metterne una quantità inferiore a quella tradizionalmente utilizzata per i conservanti chimici. Limitiamo quindi anche i rischi di reazione allergica.

La maltodestrina contenuta in alcuni prodotti Zao e senza glutine ?

La maltodestrina non è un ingrediente di per sè aggiunto nelle nostre formule. Si tratta di un componente di un ingrediente chiamato: Cayoma Olive. Potete trovare informazioni sul fabbricante di questo ingrediente cliccando sul seguente link : http://www.qenax.com/products/cayoma-r-olive.
Dopo la verifica di tutte le nostre formule, possiamo assicurarvi che la maltodestrina è contenuta soltanto nelle polveri con una concentrazione nel prodotto finito compresa tra 0,00005% e 0,012%.
La maggiore parte delle volte proviene dall’amido, in particolare dall’amido di riso. Il riso è un cereale naturale senza glutine. Il fornitore ci conferma che la maltodestrina è, in effetti, senza glutine.

Come agiscono i principi attivi anti eta poiche si tratta di prodotti di make-up?

I nostri prodotti di make-up combinano al meglio l’efficacia del maquillage (colore, tenuta, resa, textures…) con il rispetto della pelle. Utilizziamo degli ingredienti che hanno delle proprietà specifiche. Possiamo notare per esempio:
- la polvere di bambù e il suo alto livello di silice necessaria al rinnovamento delle cellule della pelle,
- la polvere d’argento micronizzata che agisce come antisettico e che ZAO ha scelto come conservante naturale,
- l’aloe vera, il burro di karité o di melograno, ricchi in acidi grassi essenziali per proteggersi dai radicali liberi

Perche del diossido di titanio nei prodotti ?

Il diossido di titanio (TiO2) è un pigmento bianco opacizzante utilizzato nei cosmetici (dentifricio, crema viso, latte per il corpo, maquillage…) da decenni. Questo pigmento è anche utilizzato in altri prodotti della vita quotidiana: alimentazione, pittura d’interno, pittura delle carrozzerie auto, ecc…
Esiste oggi una polemica in merito al diossido di titanio in nanoparticelle (particelle la cui dimensione è 10-9 metri = 0,000000001m o 1 milionesimo di mm). Per quanto riguarda i prodotti della gamma ZAO, la dimensione delle particelle di diossido di titanio non scende mai al di sotto delle microparticelle (10-6m = 0,000001 o 1 millesimo di mm).
Le nanoparticelle sollevano domande etiche e di salute pubblica perché possono essere assorbite dalle cellule del corpo umano le cui dimensioni sono dello stesso ordine di grandezza (10-9 metri). Queste cellule lascerebbero quindi entrare nanoparticelle. Queste verrebbero quindi accumulate, e a secondo della loro natura, il corpo non saprebbe come sbarazzarsene. Si temono quindi le conseguenze sul lungo termine. E’ la ragione per la quale il nuovo standard europeo Cosmos non autorizza gli ingredienti sotto forma di nanoparticelle.
Da notare che le microparticelle utilizzate nei prodotti della gamma ZAO non passano attraverso le nostre cellule.

Perche dell’alluminio nei prodotti ? in quale quantita ?

Una polemica esiste ancora sui sali d’alluminio utilizzati nei deodoranti e anti-traspirante. Questa polemica mette sotto accusa i sali d’alluminio e la loro capacità di aumentare i rischi di tumore al seno visto la zona di applicazione dei prodotti e la quantità utilizzata.
Diversi studi sono stati fatti da allora e sembrerebbe che non ci siano relazioni di causa-effetto chiaramente identificate:
http://www.cancer-environnement.fr/348-Deodorants-et-cancer-du-sein.ce.aspx
Mentre l’esposizione a prodotti anti-traspiranti, con concentrazioni del 20% in cloridrato d’alluminio, non garantisce la sicurezza sanitaria dei consumatori nei confronti di rischi diversi da quelli cancerogeni (effetti neurotossici in particolare).

I prodotti della gamma ZAO non contengono di per sé alluminio.
Potete però trovare, a volte, nelle nostre liste d’ingredienti il seguente nome INCI: alumina. Non si tratta di un sale d’alluminio, né di un cloridrato di alluminio. Si tratta di allumina (Al2O3) che è un componente di alcuni pigmenti e perle. In effetti l’allumina è un ossido di alluminio che può essere colorato da ossidi metallici, come gli ossidi di ferro, che sono alla base dei pigmenti naturali utilizzati nel make-up certificato bio. E’ quindi presente nei prodotti in quantità molto bassa. Inoltre, l’allumina si trova allo stato naturale nella bauxite. E’ la stessa allumina colorata che è alla base delle pietre preziose come il rubino, lo zaffiro e il topazio.
L’allumina non presenta alcun maggior rischio per la salute umana e l’ambiente. In questo contesto, è accettata dalla Carta della cosmetica biologica (Ecocert, Cosmos).

 

C’e dello squalene di squalo nei prodotti ZAO?

Storicamente, lo squalene proveniva dall’olio di fegato di squalo ed è vero che alcuni brand di cosmesi continuano ad utilizzarlo ancora oggi giorno, volutamente o anche a volte alla loro insaputa. Esiste anche dello squalene vegetale, in concentrazione inferiore dello squalene dell’olio di fegato di squalo, ma in quantità sufficiente per un utilizzo in cosmetica. Lo troviamo nell’olio di semi di amaranto, olio di segale di riso, olio di germogli di grano e olio d’oliva. 

Dovete sapere che i cosmetici certificati bio devono sottostare a numerose regole, in particolare modo in merito alla selezione e alla tracciabilità degli ingredienti. Gli ingredienti provenienti da animali morti sono rigorosamente vietati. 

Di conseguenza, lo squalene utilizzato nei prodotti ZAO è d’origine vegetale e nello specifico proviene principalmente dall’olio d’oliva. 

Alcune piante e animali producono dello squalene, incluso gli umani. Le cellule della pelle umana producono questo lipide (maggiore composto del sebo nasale). Si tratta di un idratante naturale e alcuni pensano addirittura che come complemento alimentare potrebbe prevenire i tumori. 

Nelle concentrazioni utilizzate in cosmetica, gli studi tossicologici hanno mostrato che lo squalene non è un composto irritante o sensibilizzante per la pelle. 

Per quanto ne sappiamo, questo ingrediente è rispettoso dell’uomo e dell’ambiente. 

 

Ci sono ftalati negli smalti ZAO? 

La formula degli smalti ZAO non contiene ftalati, in particolare né il dibutilftalato noto per essere un perturbatore endocrinico e che potrebbe provocare irritazione agli occhi (lacrimazione, congiuntivite) e alle vie respiratorie superiori (rino-faringite, bronchite possibili); se ingerito o inalato: mal di testa, nausee, vomito, diarree, ematuria, vertigini, fotofobia (sensibilità alla luce) e nefrotossicità. 

Gli smalti fanno parte delle categorie di prodotti cosmetici che ancora oggi è difficile certificare biologici. Gli ingredienti biologici disponibili ad oggi non permettono di formulare smalti performanti. 

Per contro il brand ZAO ha scelto di proporvi degli smalti privi di qualsiasi ingredienti nocivo (tra i quali i ftalati), e arricchiti in silice (macerato di bambù) che potete utilizzare senza moderazione!  

 

Se guardate la lista degli ingredienti, trovate un ingrediente il cui nome INCI potrebbe farvi pensare a un ftalate: phthalic anhydride/trimellitic anhydride/glycols copolymer 

I nomi sono simili ma non sono comunque la stessa cosa.

Qualche ripasso dei corsi di chimica per capire meglio…: i ftalati conosciuti come nocivi ad oggi sono composti chimici derivati dall’acido ftalico, contrariamente all’ingrediente utilizzato nella formula degli smalti ZAO. Anche se il nome chimico è vicino, le molecole sono molto diverse.

 

Siccome le molecole sono diverse, non hanno le stesse interazioni con la pelle. 

D’altra parte questo ingrediente presente negli smalti ZAO è ampiamente utilizzato in diversi settori, in particolare nel settore farmaceutico nel quadro del rivestimento delle compresse per esempio. 

 

I fondotinta ZAO contengono filtri solari? 

I fondotinta non contengono filtri solari chimici perché sono vietati dalla carta degli obblighi relativi alla cosmetica naturale e biologica: la maggior parte hanno un impatto nocivo per l’uomo e l’ambiente. Soltanto gli schermi solari minerali sono autorizzati nei cosmetici certificati bio. 

 

Il brand ZAO ha scelto di non proporre la protezione solare per i suoi prodotti e quindi di non includere schermi minerali perché esiste ad oggi una polemica sui nanomateriali minerali utilizzati per la protezione solare dei cosmetici (rif. Argomento specifico ai nanomateriali nella parte Certificazione delle FAQ)

 

I prodotti cosmetici ZAO sono comedogeni?

Gli ingredienti comedogeni utilizzati non pongono particolari problema per quanto riguarda i prodotti di make up delle labbra, delle ciglia o delle unghie ma per gli altri usi il brand rimane vigile. Zao desidera limitare al massimo l’utilizzo di oli e burri comedogeni nei suoi prodotti. Cosi ritrovate gli ingredienti seguenti potenzialmente comedogeni ma utilizzati in bassa quantità di modo di poter beneficiare delle proprietà interessanti di ognuno:

- Mineral silk: olio di germoglio di grano (0,5%) e burro di cacao (1%)

- Ombretti in crema: olio di germoglio di grano (0,5%)

- Ombretti perlati: olio di soia (meno di 1%)

- Mineral Touch: olio di soia (meno di 1%)

- Cipria compatta e fard: burro di cacao (1%)

I prodotti della gamma sono adatti per tutti i tipi di pelle, incluso le pelli sensibili e acneiche. 

Gli ingredienti comedogeni utilizzati non pongono particolari problema per quanto riguarda i prodotti di make up delle labbra, delle ciglia o delle unghie ma per gli altri usi il brand rimane vigile. Zao desidera limitare al massimo l’utilizzo di oli e burri comedogeni nei suoi prodotti. Cosi ritrovate gli ingredienti seguenti potenzialmente comedogeni ma utilizzati in bassa quantità di modo di poter beneficiare delle proprietà interessanti di ognuno:

- Mineral silk: olio di germoglio di grano (0,5%) e burro di cacao (1%)

- Ombretti in crema: olio di germoglio di grano (0,5%)

- Ombretti perlati: olio di soia (meno di 1%)

- Mineral Touch: olio di soia (meno di 1%)

- Cipria compatta e fard: burro di cacao (1%)

I prodotti della gamma sono adatti per tutti i tipi di pelle, incluso le pelli sensibili e acneiche. 

 

Gli ingredienti contenuti negli smalti ZAO sono senza pericoli per le utilizzatrici? 

L’assenza di ingredienti potenzialmente pericolosi nella formulazione ZAO rafforza la “tollerabilità” degli smalti. I seguenti controversi ingredienti non vengono utilizzati per ZAO: acetone, formaldeide (liberatore di formolo), toluene, canfora, dibutilftalato, xilene, colofano. 

Gli smalti ZAO sono privi di qualsiasi ingrediente nocivo e sono arricchiti di silice organica grazie al macerato di bambù. Possono quindi essere utilizzati senza alcuna moderazione! 

Ricordiamo che il ruolo della silice o silicium nella produzione di annessi cutanei (di cui le unghie fanno parte) è riconosciuto. La Roche-Posay ha perfino creato una linea di smalti (linea “silicium”) con silice venduta in farmacia proprio per questa proprietà. 

 

 

(h3) End FAQ

C’è dello squalene di squalo nei prodotti ZAO?

FAQ PRODOTTI

Qual e l’origine del nome ZAO?

David Reccole, creatore del brand ci risponde: “le filosofie e modi di pensiero orientali mi hanno toccato personalmente e il buddismo in modo particolare. L’idea di una gamma centrata sul bambù è nata a Taiwan. Il bambù ha un ruolo molto importante in Asia e nel buddismo in particolare. Il nome del brand doveva testimoniare di questo legame. Il buddismo ha diverse espressioni e diversi rami.  Tra i quali due molto conosciuti che si basano sull’osservazione della natura. Si tratta dello ZEN e del TAO. Come invito alla meditazione, alla pace dello spirito e alla ricerca dell’armonia e dell’autenticità sull’esempio della natura, ZAO è una contrazione di questi due nomi”.

zentao

Dove sono fabbricati i prodotti?

I prodotti della gamma ZAO sono fabbricati in Europa.
Lavoriamo principalmente con 3 produttori, scelti secondo la natura dei prodotti per i quali vantano un expertise. Possiamo così distinguere:
- La produzione delle matite da Schwan, società tedesca la cui produzione avviene in Repubblica Ceca;
- La produzione di smalti per le unghie da Cosmetic Service, società italiana la cui produzione avviene vicino a Venezia (Italia) ;
- La produzione di tutti gli altri prodotti della gamma da Laboratoire Phytotechnique, società italiana la cui produzione avviene vicino a Milano (Italia). Questa società è un partner privilegiato del team ZAO. Lavoriamo insieme da più di 15 anni. A questo proposito, David Reccole, fondatore e dirigente del brand Zao, è stato uno dei creatori del Laboratoire Phytotechnique e poi suo presidente dal 2006 al 2013.
Accordiamo tutta la nostra fiducia sulla qualità dei prodotti certificati biologici proveniente da questi partners.
Troverete il luogo di produzione sulle etichette dei prodotti (es: “made in Italy”).

Da dove proviene il bambu?

Il bambù che utilizziamo proviene dalla Cina dove viene lavorato in loco per ottenere il packaging che conoscete. Abbiamo creato noi stessi gli strumenti specifici per la lavorazione del bambù grezzo perché non esistevano prima. Questi utensili sono ormai utilizzati dal nostro fornitore locale per la nostra produzione e rimangono un’esclusiva del brand ZAO.
Abbiamo scelto il bambù per la sua eleganza e la sua modernità perché siamo convinti che una linea di make-up certificata bio debba utilizzare un packaging naturale. Tutti gli alberi sono degli accumulatori di carbone ma l’eccezionale velocità di crescita del bambù lo rende, durante il suo ciclo di vita, un campione nella cattura del carbone. Quest’aspetto permette ai prodotti ZAO di dichiarare un Bilan Carbone molto soddisfacente. Una vera raffinatezza ecologica!
Il bambù è anche incorporato alle nostre formule tramite una polvere, un idrolato o un macerato di bambù. La parte ingredienti delle FAQ vi darà ancora più informazioni.

 

Come viene tagliato il bambù?

Il bambù utilizzato per il packaging proviene da steli che hanno da 4 ai 5 anni e hanno un diametro di circa 10 cm. Sono tagliati alla base perché il rizoma ne riproduce di nuovi immediatamente.

 

L’utilizzo del bambù influisce in qualche modo sulla vita dei panda in loco?

Sfortunatamente, ad oggi, il Panda vive in piccolissime aree protette nel centro della Cina. La carta qui sotto materializza queste zone nei punti marroni:

carte1

La foresta di bambù che invece ci riguarda si trova nella regione del Wuyishan, Nanping, Fujian, Cina, che è situato a più di 2000 km dell’area protetta dove vivono i Panda:

carte2

Inoltre, l’alimentazione dei Panda è basata sulle seguenti 2 principali specie di bambù:

- Sinarundinaria fangiana = Bashania fangiana = Gelidocalamus fangianus che cresce tra i 2300 e 3600 metri sopra il livello del mare.
- Fargesia spathacea = Fargesia robusta che cresce tra i 1600 e 2700 metri sopra il livello del mare
Nella regione dove il bambù viene prelevato per ZAO, l’altitudine non supera i 1000 metri, dunque questa specie non è presente in queste zone.
Il nome latino dei nostri derivati dal bambù sono i seguenti: PHYLLOSTACHYS NIGRA per gli idrolati, BAMBUSA ARUNDINACEA per le polveri provenienti dallo stelo e PHYLLOSTACHIS BAMBUSOIDES per l’estratto proveniente dalla radice.

Il bambù che noi utilizziamo non è dunque consumato dai Panda.

 

Qual e la colla utilizzata?

Si tratta di una colla del legno bianca, standard per ora.

I materiali sono riciclabili una volta che il prodotto di make-up e finito? In quale pattumiera bisogna buttare i prodotti?

A oggi, le tecniche nazionali di riciclaggio non permettono di smistare i prodotti di make-up perché la loro dimensione è inferiore alle capacità delle apparecchiature esistenti.
Se le buttiamo nell’immondizia differenziata, non saranno riconosciuti e riciclati.
Per questo motivo, i prodotti della gamma ZAO sono durevoli e ricaricabili.
Grazie al nostro sistema di ricarica facile e ludico, potete facilmente sostituire il prodotto in modo economico ed ecologico, ricomprando solo la ricarica. Si conserva così il contenitore in bambù per riutilizzarlo come si vuole. Ogni prodotto in bambù è protetto da un’elegante pochette per conservarlo più a lungo. Oltre alla riduzione dei costi e degli imballi indotta dal nostro sistema, permette anche di provare e alternare molto facilmente tutti i colori in funzione delle nostre voglie del momento.

Perche non esistono ancor piu prodotti ricaricabili? A quando le ricariche dei mineral silk ?

La maggior parte dei prodotti della gamma ZAO sono ricaricabili: correttori, ciprie compatte, terre cotte, fard, base di make-up, fondotinta fluido soies de teint, fondotinta compatti, ombretti, primer, ombretti sopracciglia, rossetti e balsamo labbra.

Inoltre, ricarica mineral silk è ormai disponibile da Marzo 2017.

Abbiamo anche piste molto concrete per un sistema di ricarica dei mascara, gloss, eye liner…. Speriamo metterle prossimamente sul mercato.

A cosa servono le pochette in cotone oltre ad essere carine quando le compriamo ?

Ogni prodotto in bambù è protetto da un elegante pochette per conservarlo più a lungo. Per esempio permettono di premunirsi dall’apertura dei prodotti nella nostra borsetta per poter fare dei ritocchi durante il giorno.

 

Come lavare i pennelli ZAO?

I pennelli ZAO sono costituiti di bambù (manico) e di nylon sintetico per quanto riguarda la qualità dei peli. Sintetico piuttosto che naturale, perché il brand s’impegna perché nessun animale sia maltrattato, ferito o ammazzato per la fabbricazione dei suoi pennelli di make-up.
È quindi consigliato di lavare i pennelli con acqua fredda e del sapone dolce per una detergenza efficace che preservi la qualità dei pennelli.

 

Che cosa bisogna fare in caso di allergia constatata?

Se nonostante le precauzioni che abbiamo preso, costatate una reazione durante l’utilizzo di uno dei nostri prodotti Zao, ne siamo davvero desolati. Vi consigliamo di consultare il vostro medico o un dermatologo per costatare e trattare la reazione. Il medico sarà in grado di correlare o no la reazione con l’utilizzo del prodotto e di informarne le autorità perché registrino il caso. Vi invitiamo poi a prendere contatto con noi per informarci della reazione costatata, la natura del prodotto, il numero di lotto e il luogo dove lo avete acquistato.

I vostri prodotti finiti non sono testati sugli animali ma i loro ingredienti lo sono?


Gli ingredienti utilizzati nei prodotti cosmetici non devono più essere testati sugli animali, in base al Regolamento europeo n°1223/2009. Esistono, però, alcune normative che costringono ancora a realizzare questi test, per esempio REACH. Si tratta di un regolamento dell'Unione europea adottato per meglio proteggere la salute umana e l’ambiente contro i rischi delle sostanze chimiche. Però, nell’intento di ridurre il numero di prove sugli animali, incoraggia metodi alternativi per la valutazione dei pericoli delle sostanze.


Da molti anni, la gamma ZAO è certificata “Leaping Bunny” da Cruelty Free International (cf. Cruelty Free Certificate). Si tratta dell’organizzazione leader che s’impegna a fermare gli esperimenti sugli animali nel mondo. La certificazione garantisce che nessuno degli ingredienti utilizzati nei prodotti della gamma è stato testato sugli animali. Ovviamente nemmeno i prodotti finiti sono stati testati sugli animali. Potrete trovare più informazioni su questa certificazione cliccando sul seguente link: https://www.crueltyfreeinternational.org/ 

crueltyfree

Come vengono testati i prodotti se non sono testati sugli animali?

I prodotti cosmetici non hanno, per forza, bisogno di essere testati sugli animali per provare la loro innocuità.
Si tratta innanzitutto di utilizzare degli ingredienti noti, la cui sicurezza è già stabilita, come degli ingredienti certificati biologici e degli ingredienti il cui utilizzo è stato approvato dai referenziali dei prodotti cosmetici biologici (per esempio: Ecocert, Cosmos).
Bisogna anche sapere che ogni prodotto cosmetico immesso sul mercato è stato studiato da un esperto tossicologo. Questo esperto ha valutato la sicurezza del prodotto. Nel caso in cui la sua valutazione è soddisfacente per le norme in vigore, allora il prodotto può essere messo sul mercato. Nel caso contrario, il brand non può vendere il suo prodotto.
I prodotti della gamma ZAO non sono stati testati sugli animali e hanno ricevuto una valutazione favorevole dall’esperto tossicologo.

 

ZAO fa vendite dirette online?

Il brand non fa nessuna vendita diretta on-line.

 

Qual e il metallo utilizzato per la fabbricazione dei fondelli?

Qual è il metallo utilizzato per la fabbricazione dei fondelli?
Ombretti, fard, polveri pressate e fondotinta compatti vengono compattati o collati in fondelli di metallo. Dal momento che sono anche ricariche che si legano con i magneti, il metallo usato deve essere magnetico.
L’alluminio non potrebbe funzionare poiche non lo è. Quindi usiamo banda stagnata per tutti i fondelli Zao.

 (h3) End FAQ

FAQ CERTIFICAZIONE BIOLOGICA

Si possono esporre le certificazioni?

Le certificazioni sono indicate dai loghi apposti su ogni prodotto certificato della gamma ZAO.
Le certificazioni sono anche disponibili nei documenti di comunicazione messi a disposizione dal brand. Potete ovviamente esporre queste informazioni.
Ci raccomandiamo pero di metterle vicino ai prodotti certificati. Non deve crearsi confusione tra i prodotti certificati della gamma ZAO e i prodotti non certificati di un’altra gamma.

Qual e la durata di vita dei prodotti in confronto ai prodotti cosmetici non bio?

La durata di vita dei prodotti si calcola in funzione dei seguenti criteri:

-          la natura del prodotto: gel doccia, crema giorno, dentifricio, ombretto, eyeliner, rossetto, ecc... ;

-          il tipo di packaging scelto: vasetto aperto, flacone pompa ermetico, tubo, ecc... ;

-          i risultati del test d’invecchiamento realizzato prima dell’immissione sul mercato

Di conseguenza, un cosmetico bio può avere la stessa identica durata di vita di un cosmetico non bio. In base al packaging utilizzato, può anche essere superiore!

La normativa europea n°1223/2009 dei prodotti cosmetici richiede di indicare la data di durata minima sull’etichetta dei prodotti. Si tratta della data fino alla quale il prodotto cosmetico, conservato nelle condizioni appropriate, continua ad adempiere alla sua funzione. È pero importante sapere che questa data non è obbligatoria per i prodotti cosmetici la cui durata supera i 30 mesi.

Questi prodotti riportano allora l’indicazione della durata durante la quale il prodotto è sicuro dopo la sua apertura e può essere utilizzato senza danni per il consumatore. Questa informazione è indicata dal seguente simbolo: 

duree

Perche c’e solo il 10% di ingredienti bio in alcune formule ? Perche i vostri prodotti non sono al 100% bio ?

Un ingrediente bio è un ingrediente proveniente dall’agricoltura biologica. Può quindi trattarsi per esempio di piante e di derivati dalle piante. Questi esempi non bastano a formulare dei prodotti cosmetici che necessitano anche, secondo la natura del prodotto, dell’acqua (a volte fino al 90%), dei minerali come i pigmenti, l’argilla (a volte fino al 100%) e altri ingredienti. L’acqua e i minerali non provengono dall’agricoltura biologica. Di conseguenza non possono essere certificati. Quindi un prodotto cosmetico che contiene l’80% di acqua, il 10% di minerali e il 10% di ingredienti bio non contiene che il 10% di ingredienti bio anche se viene utilizzato il massimo della sua capacità.
La cosa più importante è la quantità d’ingredienti bio utilizzati sulla quantità d’ingredienti vegetali. Un prodotto cosmetico certificato bio contiene come minimo il 95% d’ingredienti bio sul totale degli ingredienti vegetali, il 10% d’ingredienti bio sul totale degli ingredienti e il 95% d’ingredienti naturali o di origine naturale.

Ecco un schema riepilogativo: http://www.cosmebio.org/fr/nos-label.php

I prodotti certificati della gamma ZAO contengono il massimo possibile d’ingredienti bio.

C’è quindi sovente più del 10% di bio e presto ci sarà più del 20% grazie alla certificazione biologica europea COSMOS.

Che cos’e COSMOS ?

COSMOS è il referenziale armonizzato europeo dei cosmetici naturali e biologici.
Un referenziale è un documento che detta le regole per ottenere la certificazione biologica dei prodotti cosmetici : composizione degli ingredienti e dei prodotti, natura del packaging, produzione, imballaggio, stoccaggio, gestione documentale e comunicazione.
In Francia, la maggior parte delle volte troviamo il referenziale Ecocert. Troverete tra l’altro il logo Ecocert sui prodotti certificati della gamma Zao.
Ecocert e i suoi altri 4 partners (BDIH in Germania, Cosmebio in Francia, ICEA in Italia e la Soil Association in Grande Bretagna) hanno unito i loro valori, le loro competenze e la loro visione dei cosmetici bio per fondare, dopo lunghi anni di lavoro, un referenziale comune a tutti. È così che dal 1° gennaio 2017, i nuovi prodotti certificati bio saranno certificati solo secondo COSMOS.
Per maggiori informazioni: http://cosmos-standard.org/cosmos-standard-aisbl/

La transizione verso il referenziale armonizzato europeo era stata anticipata al momento della creazione dei prodotti della gamma ZAO. Sono quindi per lo più compatibili con Cosmos.
Tuttavia, essendo il referenziale Cosmos più esigente di quello di Ecocert, alcuni ingredienti vengono ormai rifiutati: i fornitori delle materie prime, ormai costretti a dare più informazioni riservate di prima, sono riluttanti a farsi certificare da Cosmos.
Questo implicherà la ri-formulazione di alcuni prodotti nel corso dell’anno 2016.

I prodotti sono altrettanto efficaci dei prodotti convenzionali (tenuta, colore, ecc…)?

I prodotti cosmetici bio sono efficaci quanto i prodotti convenzionali, anzi di più. In effetti, sulla totalità degli ingredienti utilizzati, un prodotto cosmetico bio avrà di norma più principi attivi. Ogni ingrediente non ha solo una funzione basica nel prodotto ma anche delle proprietà aggiuntive che portano un “plus” al cosmetico bio a confronto con un cosmetico classico.

 

La certificazione bio dei prodotti cosmetici ZAO garantisce dei prodotti senza OGM?

La certificazione bio dei cosmetici ZAO garantisce ovviamente dei prodotti senza OGM.
L’assenza di OGM è uno dei principi fondatori del capitolato dei cosmetici biologici (Ecocert o Cosmos). Gli ingredienti utilizzati devono provenire da risorse rinnovabili o trasformate tramite processi rispettosi dell’uomo e dell’ambiente. Ad oggi, gli ingredienti provenienti da OGM non rispondono a questa regola fondamentale. L’organismo delle certificazioni (Ecocert ad esempio) è incaricato di controllare ogni ingrediente prima che il brand possa aggiungerlo nella sua formulazione cosmetica. Cosi, la certificazione garantisce l’assenza di OGM nei prodotti cosmetici.

 

La certificazione bio dei prodotti cosmetici ZAO garantisce dei prodotti senza nano-materiali?

La certificazione bio secondo il capitolato Ecocert o Cosmos garantisce prodotti rispettosi dell’uomo e dell’ambiente. Gli organismi di certificazione hanno valutato alcuni nano-materiali come senza rischi per gli utilizzatori/trici di prodotti cosmetici. Alcuni nano-materiali come gli schermi minerali (diossido di titanio o ossido di zinco) stanno per essere accettati nei prodotti solari certificati bio.
Tuttavia il brand ZAO ha scelto di andare oltre nel suo approccio. Cosi ZAO non volendo formulare con ingredienti nano-materiali, il brand richiede ai suoi fornitori di provargli l’assenza di nano-materiali.

 

La certificazione bio dei prodotti cosmetici ZAO garantisce dei prodotti senza metalli pesanti come il nickel?

Come lo sapete, le nostre formulazioni cosmetiche contengono ingredienti minerali come i pigmenti, le mica o la silice minerale.
I minerali estratti dal suolo terrestre contengono impurità in bassissima quantità espresse in ppm (parte per milione: 1ppm=0,0001%). Le impurità le più controllate sono i metalli pesanti, cosi come l’arsenico, il mercurio, il piombo, lo zinco, il rame, il cromo, il cadmio e il bario ad esempio.
Ad oggi i fornitori d’ingredienti non possono garantire pigmenti privi di tracce di metalli pesanti.
Gli unici ingredienti delle nostre formule interessati dai metalli pesanti sono i pigmenti minerali. A livello internazionali, vengono ammessi alcuni tassi limite per i metalli pesanti nei pigmenti. Nel caso del nickel, non sarà tollerato più di 50ppm di nickel nel pigmento ossia lo 0,005%. Sapendo che la concentrazione massima di un pigmento in una formula è del 20%, ciò implica un massimo di 10ppm (0,001%) di nickel nel prodotto.
La soluzione per le persone sensibili al nickel è di truccarsi con dei cosmetici non biologici che contengono pigmenti e coloranti sintetici. Sfortunatamente questi ingredienti sintetici presentano altre problematiche non trascurabili per l’uomo e l’ambiente.

In futuro speriamo di poter proporre pigmenti vegetali, esenti da metalli pesanti e rispondendo all’intensità di colore necessario per truccarsi. Questo richiede ricerche scientifiche che abbiamo iniziato ma i risultati non saranno disponibili a breve termine. A seguire…

Ecco un riassunto dei pigmenti cosmetici:

pigment

La certificazione bio dei prodotti cosmetici ZAO garantisce dei prodotti senza pesticidi? 

Gli ingredienti utilizzati nei prodotti certificati bio sono oggetto di rigorosi controlli da parte dell’organismo di certificazione, prima di essere autorizzati. Gli ingredienti certificati biologici provengono dall’agricoltura biologica dove l’utilizzo dei pesticidi è formalmente vietato. Cosi gli agricoltori che coltivano piante bio che sono all’origine degli ingredienti cosmetici bio non utilizzano pesticidi ovviamente. Ma sappiamo tutti che il vento può sfortunatamente portare pesticidi provenienti da campi vicini non bio (anche se una distanza minima tra un campo bio e uno non bio deve essere rispettata). In tutta onesta, l’assenza totale di pesticidi è quindi difficile da garantire. Però, fortunatamente, constatiamo tenori inferiori da 1000 a 10000 volte più basse nel bio che nel convenzionale. 

La certificazione bio dei prodotti ZAO garantisce quindi un livello estremamente basso di pesticidi, che nessun’altra certificazione è in grado di dare ad oggi.

 

Il brand ZAO è certificato vegan? 

La maggior parte dei prodotti della gamma sono certificati vegan dal 2015, dalla Vegan Society sita nel Regno unito.

Alcuni prodotti rimangono non vegan, a causa della presenza di cera d’api biologica (anche se la certificazione bio di questo ingrediente è una garanzia della preservazione del benessere dell’animale). Gli unici prodotti non vegan al momento sono i seguenti: lucidalabbra, balsamo per le labbra (fluido e stick) e i correttori. 

 

(h3) End FAQ

In futuro speriamo di poter proporre pigmenti vegetali, esenti da metalli pesanti e rispondendo all’intensità di colore necessario per truccarsi. Questo richiede ricerche scientifiche che abbiamo iniziato ma i risultati non saranno disponibili a breve termine. A seguire…

Ecco un riassunto dei pigmenti cosmetici: